Pausa estiva

Megaphone sospende le trasmissioni per i mesi di luglio ed agosto.
Torneremo a settembre…

Annunci
Pubblicato su recensione

Trasmissione del 27 giugno 2018

Janelle Monáe, The Sea and Cake, Ryley Walker, Nabihah Iqbal, Marissa Nadler, Andrea Chimenti, Hello Skinny, Mind Over Mirrors, Fire!, The Third Eye Foundation, Mouse On Mars, Robert Lippok, Ben Salisbury & Geoff Barrow, Ben Frost, Federico Albanese, Death and Vanilla, µ-Ziq, NI, Luke Vibert

Pubblicato su DjZero, trasmissione

Cavern of Anti-Matter

Hormone Lemonade
2018, 6 su 10
http://www.cavernofantimatter.com/

L’ex stereolab Tim Gane continua a fare krautrock (molto), electro-pop e psichedelia (meno). Se si spiega che il punto di partenza sono pattern ritmici di uno dei tre membri del gruppo che sono stati poi rielaborati e sovrapposti dagli altri due, si capisce che ci sono andamenti a tappeto molto ripetitivi sui quali si presenta qualche ricamo (ma non la voce), tanto che non si capisce se il disco è stato fatto quaranta anni fa oppure dopodomani.

Tagged with:
Pubblicato su Anno 2018, recensione, Voto 06

Grouper

Grid of Points
2018, 6 su 10
https://grouper.bandcamp.com/

EP di circa 22 minuti per Liz Harris, cantautrice elettronica del nord degli Stati Uniti. Voce lontana distante ed eterea, elettronica e pianoforte, molta malinconia e male di vivere, ma atmosfere ovattate e poco decise. Ascoltabile ma un po’ labile.

Tagged with:
Pubblicato su Anno 2018, recensione, Voto 06

The New Division

Fader
2018, 5 su 10
http://www.newdivisionmusic.com/

Ancora un lavoro per il progetto ND, che si è ormai lasciato alle spalle l’influenza New Order e Joy Division e viaggia in un mesto synth-pop senza originalità, il cui unico pregio è di essere un EP di 26 minuti, e poi è finito.

Tagged with:
Pubblicato su Anno 2018, recensione, Voto 05

Jóhann Jóhannsson

Englabörn & Variations
2018, 6 su 10
http://www.johannjohannsson.com/

Continuano le uscite postume di JJ. Questa volta è la chiusura del cerchio, vista la ri-edizione del suo primo disco solista del 2001, accompagnato da un secondo disco con alternate takes remixes (anche di Sakamoto) ed altro. Da cui si vede come il discorso musicale di JJ fosse già ben definito, e che tutta la sua opera sia un unicum. Già questo disco è una colonna sonora, tra classica, ambient ed elettronica. E il secondo disco non fa che ribadirlo.

Tagged with:
Pubblicato su Anno 2018, recensione, Voto 06

Elysia Crampton

Elysia Crampton EP
2018, 6 su 10
Bandcamp

La quarta uscita complessiva di EC è ancora un EP, di circa 20 minuti, in cui torna a fare cose buone dopo la parentesi interlocutoria del precedente Spots Y Escupitajo. Abbiamo ancora fusione tra elettronica non banale e suoni amerindi, di buona intensità sonora e concettuale, che riescono a non stancare, forse proprio a causa della breve durata.

Tagged with:
Pubblicato su Anno 2018, recensione, Voto 06

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Categorie
luglio: 2018
L M M G V S D
« Giu    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: