Ben Frost

A U R O R A
2014, 6 su 10
http://ethermachines.com/

Lui è australiano trapiantato in Islanda, e qualcosa rimane di tutto ciò in questo disco di elettronica strumentale, con ampi silenzi e occasionali furiose cavalcate. Ci sono spazi estesi da navigare, ci sono ballate elettroniche con crescendo finale, ci sono molti suoni e molte cose da esplorare. Forse un po’ troppo sfocate, un po’ troppo dispersive, per cui i buoni momenti che innegabilmente sono presenti si spengono nella confusione.

Annunci
Tagged with:
Pubblicato su Anno2014, recensione, Voto 06

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Categorie
novembre: 2014
L M M G V S D
« Ott   Dic »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: