Locust

After the Rain
2014, 6 su 10
http://editionsmego.com/release/EMEGO-205

Marc Van Hoen usa di nuovo il nome Locust per fare un disco di ambient elettronica un po’ diverso dai suoi soliti, più melodico, suonato e con qualche ritmo agiguntivo, pur rimanendo nell’ambito di una elettronica malinconica strumentale godibile senza troppo impegno.

Annunci
Tagged with:
Pubblicato su Anno2014, recensione, Voto 06

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Categorie
febbraio: 2015
L M M G V S D
« Gen   Mar »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
232425262728  
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: