Anohni

Hopelessness
2016, 7 su 10
http://anohni.com/

La prima cosa che viene in mente alal fine del disco è la necessità di riascoltarlo. Non perché sia bello e in dispensabile, ma perché è strano, apparantemente semplice ma in realtà complesso e difficile. Totale cambio di rotta rispetto ai lavori precedenti, con la sua voce eterea contrapposta a trame elettroniche intricate e frattali di due produttori pesanti (Hudson Mohawke e Oneohtrix Point Never, che fanno sostanzialmente loro stessi, e non in maniera eccelsa). Ne salta fuori un disco che si ama o si odia, ma che per il momento è da riascoltare.

Annunci
Tagged with:
Pubblicato su Anno2016, recensione, Voto 07

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Categorie
settembre: 2016
L M M G V S D
« Ago   Ott »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: