Marconi Union

Ghost Stations
2016, 6 su 10
http://www.marconiunion.com/

Nono disco in 13 anni, è composto da sole quattro tracce, ma tutte sopra i dieci minuti di durata. E non c’è solo ambient suffuso, ma anche qualche interessante movimento più vispo, e non solo elettronica (in un brano c’è anche la tromba del torinese Giorgio Li Calzi, non nuovo a tali collaborazioni). Nonostante la durata, quindi, i brani non stancano, suoni e struttura sono sempre presenti, e non lo chiamerei per nulla un disco ambient.

Annunci
Tagged with:
Pubblicato su Anno2016, recensione, Voto 06

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Categorie
dicembre: 2016
L M M G V S D
« Nov   Gen »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: