Mark Van Hoen

The Last Flowers from the Darkness
2017, 6 su 10
http://www.markvanhoen.com/

Riedizione del ventennale e per il Record Store Day del primo disco a nome MVH, dopo Locust e Seefel e praticamente assieme agli Scala. In effetti il disco risente un po’ degli anni (ci sono dei suoni che sono ripresi uguali dai dischi sotto altro nome), che riesce tuttavia a difendersi bene e piacere qual tanto che basta per arrivare alla sufficienza.

Annunci
Tagged with:
Pubblicato su Anno 2017, recensione, Voto 06

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Categorie
maggio: 2017
L M M G V S D
« Apr   Giu »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: