Minor Victories

Orchestral Variations
2017, 7 su 10
http://minor-victories.com/

Se il disco originale di questo supergruppo (membri di Editors, Mogwai, Slowdive…) mi aveva lasciato un po’ perplesso, il disco derivato stupisce. In primo luogo perché non è di remix, come si usa di solito, ma di versioni strumentali acustiche o comunque con ampia orchestrazione, archi al posto di chitarre, melodie al posto di feedback. E l’esperimento è riuscito, personalmente molto superiore all’originale, atmosfere delicate che mostrano come a volte le canzoni nude siano meglio di quelle vestite.

Annunci
Tagged with:
Pubblicato su Anno 2017, recensione, Voto 07

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Categorie
giugno: 2017
L M M G V S D
« Mag   Lug »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: