Burnt Friedman

The Pestle
2017, 6 su 10
http://burntfriedman.com/

Una breve (poco più di trenta minuti) collezione di brani tra il 93 e il 2011 di questo signore tedesco dal multiforme ingegno e compagnia. In ordine retrogrado, godono di una inaspettata compattezza sonora, di buona varietà e di commistione acustico elettronico, con sonorità a volte suffuse a volte più ritmate.

Annunci
Tagged with:
Pubblicato su Anno 2017, recensione, Voto 06

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Categorie
luglio: 2017
L M M G V S D
« Giu    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: